News

Il rapporto tra forma e sostanza, tra kata e kumite, è spesso dibattuto dai praticanti di arti marziali. Che puntualmente si dividono tra chi è pronto a giurare e spergiurare sull’utilità o l’inutilità della prima in funzione della seconda. Per come la vedo io, queste discussioni dimostrano solo quanto sia minoritaria, in questo ambiente, la propensione al pensiero speculativo e alla pratica Zen, nonostante sia strettamente correlata al Budo e alle arti marziali orientali, specie Leggi tutto
Un paio d’anni fa avevamo già parlato di Cobra Kai in questo articolo. All’epoca, questa serie televisiva stava già spopolando negli Stati Uniti, dando vita a una vera e propria Cobramania. Poiché era disponibile soltanto in lingua originale (inglese) su YouTube Premium (il servizio a pagamento di YouTube, che da queste parti non riesce a decollare), in Italia solo in pochi la stavamo seguendo. Ma adesso è successo quello che in molti speravano. Johnny Lawrence Leggi tutto
Le arti marziali tradizionali non sono uno sport – o meglio: non sono soltanto uno sport e, stando alle numerose ricerche condotte sull’argomento, queste discipline sono in grado di produrre effetti non solo sulla salute e sullo stato di forma fisica, ma anche sull’equilibrio emozionale e psichico, favorendo, di fatto, uno sviluppo olistico capace di traformare radicalmente in meglio – e sotto tutti gli aspetti – la qualità della vita dei praticanti. Si sente parlare, Leggi tutto
Uno studio apparso nel 2016 sul Journal of Sport and Health Science e diffuso dal sito web sciencedirect.com ha comparato l’efficacia di due diversi metodi di allenamento sulla funzionalità cognitiva degli adulti in età avanzata: il karate, da una parte, e il normale fitness dall’altra. Ecco una sintesi dello studio, che, per chi volesse approfondire, è consultabile integralmente, in lingua inglese, al seguente link: Comparing the effectiveness of karate and fitness training on cognitive functioning Leggi tutto
di Ashleigh Johnstone (tratto e tradotto da The Conversation) — Le arti marziali richiedono un buon livello di forza fisica, ma coloro che le praticano devono anche sviluppare un’incredibile quantità di acutezza mentale. La forza mentale è così importante, per le arti marziali, che i ricercatori hanno scoperto che la maggiore potenza espressa nei colpi dai più esperti karateka dipende probabilmente da un migliore controllo dei movimenti muscolari da parte del cervello, piuttosto che dall’aumentata Leggi tutto
PRIME – Participation, Recreation and Inclusion through Martial Arts Education è una progetto co-finanziato dal Programma dell’Unione europea ERASMUS+ per sviluppare un modello formativo di alta qualità a supporto della promozione, in Europa, di una sana partecipazione delle persone disabili alle arti marziali. Il modello PRIME è il primo nel suo genere e si inserisce nel contesto del Quadro europeo delle qualifiche (EQF) e degli altri standard internazionali di merito, quali lo International Sport Coaching Framework. Leggi tutto
di Thomas Prediger (tradotto da The Shotokan Times) “Non è durato a lungo, il sogno olimpico del Karate. Gli organizzatori delle Olimpiadi di Parigi del 2024 hanno proposto al CIO di rimuovere il Karate dalla lista delle discipline olpimpiche. Invece, secondo il comitato organizzatore dei Giochi, al suo posto andrebbero inclusi la Breakdance e lo Skateboarding. Una decisione particolarmente triste per tutti i Karateka che hanno fatto così tanti sacrifici per realizzare il loro sogno. Leggi tutto
C’è stato un film, negli anni ’80, che ci ha fatto tutti innamorare (o rinnamorare) del karate. Sto parlando di Karate kid – Per vincere domani di John G. Avildsen (lo stesso regista del primo Rocky) con Ralph Macchio, William Zabka ed Elisabeth Shue. Racconta la storia di un diciassettenne un po’ sfigato (e bullizzato) che, grazie al karate e all’amicizia con un anziano tuttofare giapponese, riesce a riscattarsi vincendo ogni avversità, avviandosi verso quell’equilibrio esistenziale Leggi tutto
Per Halloween, quest’anno, “vestiti” da karateka! Martedì 30 ottobre 2018 Wado Waza festeggia l’antivigilia di Ognissanti con un Halloween Free Day all’insegna di un di karate da brividi! Con l’occasione, i due allenamenti dedicati rispettivamente ai bambini (dai 6 ai 13 anni) e ad adulti e ragazzi (da 14 anni in su) saranno aperti e gratuiti per chiunque voglia partecipare. Non è necessaria alcuna prenotazione: basta presentarsi con sufficiente anticipo al desk del centro sportivo Leggi tutto
Un altro grande maestro del Wado-ryu è venuto a mancare. Hideho Takagi Sensei, presidente della Commissione Tecnica della Japan Karatedo Federation Wado-kai, è morto dopo aver lottato a lungo contro un brutto male. Aveva da poco compiuto settantasei anni.Hideho Takagi, insieme al già compianto Toru Arakawa (scomparso nel 2015), è stato il massimo punto di riferimento tecnico per la JKF Wadokai, in Giappone e nel mondo, negli ultimi trent’anni. Sempre sorridente e disponibile, pronto allo Leggi tutto

Cosa ne pensi?