Allenatrice

Ho iniziato a studiare il karate Wado-ryu nel 2005 con il maestro Luca Palma. Tra il 2007 e il 2010 ho praticato in vari dojo di stile Goju-ryu e Shito-ryu, per poi tornare al Wado nel dojo di Paolo Gasbarri. Nel 2016 ho conosciuto i maestri Roberto Danubio, Maurizio Paradisi e Giuseppe Carloni e mi sono avvicinata  alla WKSI – Wadokai Karatedo Shingitai Italia, branch della Japan Karatedo Federation Wado-Kai, partecipando a numerosi seminari da loro organizzati, in Svizzera e in Italia, e studiando prima nel dojo del maestro Paradisi e infine nella scuola del maestro Riccardo Rita (Wado Waza Karate), dove adesso, avendo conseguito la qualifica di Allenatrice, insegno ai bambini e conduco un corso speciale dedicato agli over 65.

Sono laureata in logopedia e psicologia, e ho un diploma da interprete della Lingua dei Segni. Lavorando e aggiornandomi come logopedista infantile e studiando sia il karate che le neuroscienze (in particolare lo sviluppo in età evolutiva) ho compreso la stretta relazione che può nascere tra questi due mondi, e quanto il karate possa non solo essere praticato fin da piccolissimi, ma soprattutto recare beneficio alla crescita e all’equilibrio psicofisico del bambino.